Mindfulness Immaginale

Shinrin-Yoku: Yugen

Principi dell’Estetica Giapponese: Yugen

Yugen” tradotto letteralmente significa “leggermente scuro” e sta ad indicare il fascino di tutte le cose in penombra, è la luce oscura, è la bellezza di ciò che rimane nell’ombra.

Yugen può essere considerato, tra le recondite idee estetiche giapponesi, la più ineffabile. Il termine è stato trovato per la prima volta in testi filosofici cinesi, dove ha il significato di “oscuro”, “misterioso” e “profondo”.

Lo Yugen è un importante concetto nell’estetica tradizionale giapponese la cui traduzione esatta dipende dal contesto.

Nella critica della poesia waka giapponese, è stato utilizzato per descrivere la sottile profondità delle cose che sono solo vagamente suggerite dalle poesie.

Lo Yugen si dice significhi “un senso profondo e misterioso della bellezza dell’universo…

Quando cammini nella natura: in un bosco, una pineta o in un parco, cerca di essere consapevole di quello che c’è nell’ombra. In questi luoghi infatti, quello che vediamo alla luce del sole è solo una parte infinitesimale rispetto a ciò che sta nell’ombra, rispetto a tutto ciò che non è illuminato e quindi fuori dalla portata del nostro sguardo ordinario. Quello che puoi vedere è una piccola parte di ciò che ti circonda veramente. Cerca di essere consapevole di ciò che non puoi vedere, di ciò che è nell’oscurità.

La maggior parte degli aspetti della foresta sono invisibili, sono nell’ombra. Non parlo solo dello spirito degli alberi, ma proprio di tutto ciò che non è illuminato e quindi non raggiungibile dal tuo sguardo ordinario. Tuttavia, si percepisce ciò che c’è nel crepuscolo. Puoi immaginare un animale, un insetto, o una pianta che vive nel sottobosco, tutto ciò che non vedi e che molto probabilmente ti sta osservando.

Yugen non ha a che fare, come talvolta si è supposto, con un altro mondo al di là di questo, ma piuttosto con la profondità del mondo in cui viviamo, esperito attraverso l’immaginazione coltivata.

Quando cammini nella foresta, chiudi gli occhi per qualche istante e cerca di vedere oltre ciò che i tuoi occhi ordinari hanno appena visto. In questo modo si sviluppa la visione sottile.

error: Il contenuto del sito è protetto, non sei autorizzato al click destro del mouse!