Categorie

  • Medicina Energetica (19)
  • Psicologia Forense (5)

Terapie energetiche: impatto, frequenze e ripetitività

Le nuove teorie della fisica spiegano come dalle frequenze energetiche si crei la materia, per similitudine l’Anima “crea” il corpo che prima, per sincronicità, ha scelto.
Quando, per un qualche evento traumatico, interviene un blocco nel fluire di queste energie dell’anima l’apparato vitale ne può risentire a livello fisico e/o psichico.
Le terapie energetiche intervengono a livello di corpi sottili per aiutare a sciogliere questi blocchi al fine di riequilibrare l’intero organismo.
A volte possiamo avvertire subito l’effetto della terapia, altre lo notiamo maggiormente con lo scorrere del tempo e un po’ per volta le situazioni “cambiano”.
Se ci rivolgiamo a queste terapie integrative dobbiamo anche affidarci alla saggezza della nostra Anima e non cercare soluzioni “razionali” che fino ad ora ci hanno solo permesso di convivere con il nostro disagio (dato dal blocco).
Per molti di noi questo non è semplice perchè si parla di aspetti invisibili che si possono solo “sentire” in altro modo (diverso dall’usuale), lasciandoci andare anche al nuovo, a ciò che la nostra Anima potrà affrontare serenamente senza blocchi.
Il fatto che siano terapie apparentemente poco invasive non le rende ne’ meno efficaci ne’ secondarie proprio perchè è l’energia che crea e modella il corpo. Come sul piano fisico anche sul piano energetico ci possono essere vari tipi di terapia con diverso effetto e quando ci affidiamo a trattamenti più invasivi è bene lasciare loro anche il tempo di agire sugli altri piani (fisico e mentale).
Talvolta, desiderando risultati immediati, non riusciamo ad essere sufficientemente pazienti e fiduciosi non lasciando il tempo necessario alla terapia di agire; questa “fretta” può essere addirittura di ostacolo al pieno recupero della stabilità e del benessere globale.
Suggerisco quindi di prendere in esame con il professionista:
-la terapia più adeguata alle singole esigenze,
-la valutazione dei livelli energetici,
-la sensibiltà della persona a queste terapie.
Un breve aggiornamento reciproco ad ogni incontro, può essere di aiuto per personalizzare la terapia che non può essere standard, proprio perchè ognuno di noi è unico soprattutto nell’Anima.